Archivi tag: rivoluzione

La legge sui biscottini

Caro Presidente, l’avete fatto di nuovo! Vi siete riuniti nei vostri alti consessi di soloni paludati, e avete partorito l’ennesimo cetriolo da infilare nei nostri orifizi più sacri. Si, parlo proprio della vostra ricetta per i biscottini. E dico “ricetta” … Continua a leggere

Pubblicato in Lettere | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Quando la terra trema sotto i piedi

Caro Presidente, io sono uno scienziato. Beh, quasi. Diciamo che ho passato una decina d’anni a studiare da scienziato, per cui la mia forma mentis è ormai quella di chi guarda qualcosa e si chiede: “perché?”, e grazie a Dio … Continua a leggere

Pubblicato in Lettere | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Il re è nudo… ma sono io che sento freddo

Caro Presidente, Leggo sul blog di Federica: Io lo vedo che il re è nudo, e vedo pure che non è nemmeno un re, ma un bastardo incapace. Lo so e lo vedo; ma non posso dirlo. Posso dirlo solo … Continua a leggere

Pubblicato in Lettere | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Tutti a case

Caro Presidente, siamo alle solite! C’è bisogno di prendere posizione, una che faccia capire che sono forza di opposizione, ed ecco che dalle magnifiche “menti pensanti” del PD si partorisce l’idea nuova, quella che (ri)accenderà la fiaccola della speranza e … Continua a leggere

Pubblicato in Lettere | Contrassegnato , , | Lascia un commento

I fascisti siamo noi?

Caro Presidente, ieri, su un blog letterario è apparso l’articolo di un uomo qualunque. Uno che ha (ancora) gli strumenti cognitivi per rilevare tutta l’ipocrisia celata nei vostri richiami alla responsabilità sociale ed alla ineluttabilità dei sacrifici che ci state … Continua a leggere

Pubblicato in Lettere | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Due sassolini

Caro Presidente, due sassolini hanno cominciato a rotolare: diventeranno presto una valanga! STOP: continuate così e arriveremo a migliaia a Roma… Alle parole di Morgan posso aggiungere solo quello che ho scritto finora! Lo sentite, il calore sulle vostre dita?

Pubblicato in Lettere | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Enough small to be fucked

Caro Presidente, finalmente vi siete resi conto che la crisi c’era veramente e non si trattava solo del pessimismo di noi cinque fessi che ci ostinavamo a non arrivare più a fine mese con il nostro stipendio (chi ha ancora … Continua a leggere

Pubblicato in Lettere | Contrassegnato , | Lascia un commento

Sangue, sudore e piscio

Pop-corn. Dei fottutissimi pop-corn. Ecco cosa mi ricorda questo suono. È proprio lo stesso ‘pop’ che fa tanto ridere mia figlia: “Guadda, papà, ‘coppia! Hi,hi”. Si, amore, ‘coppia. Pop. Sono sdraiato sopra mia moglie. Po-pop. Sta sorridendo. Po-po-pop. Anche lei … Continua a leggere

Pubblicato in Racconti | Contrassegnato | 1 commento

E’ finito il sapone

Caro Presidente, fa bene ad esortare a “tenere sempre alta la guardia contro il riattizzarsi di nuove possibili tentazioni di ricorso alla protesta violenta, e di focolai non spenti di fanatismo politico e ideologico” (fonte: Repubblica). Io quegli anni li … Continua a leggere

Pubblicato in Lettere | Contrassegnato | Lascia un commento

Quando cadrà il cerino

Caro Presidente, non so a Lei, ma a me comincia a fare un po’ di paura. Sinceramente. Mi fa paura questa sensazione di rabbia costante, che monta giorno dopo giorno, covando dentro gente che ha sempre vissuto pacificamente del proprio … Continua a leggere

Pubblicato in Lettere | Contrassegnato | 1 commento