Il re è nudo… ma sono io che sento freddo

Caro Presidente,

Leggo sul blog di Federica:

Io lo vedo che il re è nudo, e vedo pure che non è nemmeno un re, ma un bastardo incapace.
Lo so e lo vedo; ma non posso dirlo.
Posso dirlo solo qui, e alla condizione che la sua/loro identità non sia minimanente individuabile.
Quanto tempo passerà prima che io scoppi?
Me lo domando da tanto.
Non ce la faccio più, non ne posso più.
Faccio sempre più fatica a tenere la testa un po’ più alta del mare di merda in cui nuoto.

Non avrei saputo, potuto o voluto dirlo meglio. E si trattasse solo del re. E’ tutta la corte ad essere marcia.

Poi c’è Morgan, col suo tentativo di stimolare una riflessione sulla coscienza civile e la necessità di “fare qualcosa”:

tu, cioè tu che stai leggendo adesso, sei attivo di fronte al contesto italiano? Ti alzi, lavori, difendi e nutri la tua famiglia, benissimo, non può e non deve essere altro, ma che cosa fai per la società? Risponditi.

C’è un’unica cosa che possiamo fare: cominciare a nuotare! Giù la faccia e battere i piedi: sollevare schizzi che sveglino chi ci sta intorno e facciano loro capire che non si tratta di cioccolata e che, se vogliono uscirne, devono cominciare a nuotare anche loro.

Non è facile, ma nemmeno impossibile; e qualcuno dovrà pur cominciare!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Lettere e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...