Archivi del mese: maggio 2010

Tutti a case

Caro Presidente, siamo alle solite! C’è bisogno di prendere posizione, una che faccia capire che sono forza di opposizione, ed ecco che dalle magnifiche “menti pensanti” del PD si partorisce l’idea nuova, quella che (ri)accenderà la fiaccola della speranza e … Continua a leggere

Pubblicato in Lettere | Contrassegnato , , | Lascia un commento

I fascisti siamo noi?

Caro Presidente, ieri, su un blog letterario è apparso l’articolo di un uomo qualunque. Uno che ha (ancora) gli strumenti cognitivi per rilevare tutta l’ipocrisia celata nei vostri richiami alla responsabilità sociale ed alla ineluttabilità dei sacrifici che ci state … Continua a leggere

Pubblicato in Lettere | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Due sassolini

Caro Presidente, due sassolini hanno cominciato a rotolare: diventeranno presto una valanga! STOP: continuate così e arriveremo a migliaia a Roma… Alle parole di Morgan posso aggiungere solo quello che ho scritto finora! Lo sentite, il calore sulle vostre dita?

Pubblicato in Lettere | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Enough small to be fucked

Caro Presidente, finalmente vi siete resi conto che la crisi c’era veramente e non si trattava solo del pessimismo di noi cinque fessi che ci ostinavamo a non arrivare più a fine mese con il nostro stipendio (chi ha ancora … Continua a leggere

Pubblicato in Lettere | Contrassegnato , | Lascia un commento

Non è solo una partita di calcio (2)

Caro Presidente, l’autore del post da cui ho preso spunto per la mia ultima lettera ha risposto alle mie perplessità. Il suo commento è il più classico dei classici, quando qualcuno si permette di criticare il dio calcio e i … Continua a leggere

Pubblicato in Lettere | Contrassegnato | Lascia un commento

Non è solo una partita di calcio

Caro Presidente, che vivessimo in una repubblica pallonara mi era ben chiaro da ormai molto, troppo tempo. Ma, nel caso avessi avuto dei dubbi, la lettura dell’articolo di Cunsolo sul Post di oggi mi ha rinfrescato le idee. In particolare, … Continua a leggere

Pubblicato in Lettere | Contrassegnato , | Lascia un commento

Homo homini lupus

Caro Presidente, vorrei porLe una domanda: si può ancora definire “civile” una società dove un uomo è pronto, senza scrupolo alcuno, a pignorare la casa di una famiglia con figli piccoli per un credito di 1600 euro? Non un ente … Continua a leggere

Pubblicato in Lettere | Contrassegnato , | Lascia un commento

Sangue, sudore e piscio

Pop-corn. Dei fottutissimi pop-corn. Ecco cosa mi ricorda questo suono. È proprio lo stesso ‘pop’ che fa tanto ridere mia figlia: “Guadda, papà, ‘coppia! Hi,hi”. Si, amore, ‘coppia. Pop. Sono sdraiato sopra mia moglie. Po-pop. Sta sorridendo. Po-po-pop. Anche lei … Continua a leggere

Pubblicato in Racconti | Contrassegnato | 1 commento

43

Caro Presidente, David Cameron, 43 anni, è il nuovo primo ministro britannico, il più giovane dal 1812. Nel suo primo discorso davanti il numero 10 di Downing Street il leader dei conservatori ha annunciato che formerà un governo insieme al … Continua a leggere

Pubblicato in Lettere | Contrassegnato , , | Lascia un commento

E’ finito il sapone

Caro Presidente, fa bene ad esortare a “tenere sempre alta la guardia contro il riattizzarsi di nuove possibili tentazioni di ricorso alla protesta violenta, e di focolai non spenti di fanatismo politico e ideologico” (fonte: Repubblica). Io quegli anni li … Continua a leggere

Pubblicato in Lettere | Contrassegnato | Lascia un commento